Mario Biondo si sarebbe suicidato. Il responsabile dell'Istituto di Medicina legale del Policlinico di Palermo, Paolo Procaccianti, ha consegnato ai pubblici ministeri la perizia sul decesso in Spagna del cameraman palermitano. Una perizia che non lascerebbe dubbi, ma che potrebbe non chiudere la vicenda giudiziaria. I magistrati studieranno il documento consegnato dal perito per valutare se ci siano ulteriori elementi da chiarire, come scrive "LiveSicilia".

Secondo Procaccianti, però, non ci sono segni di violenza sul corpo del cameraman. Il medico legale ha avuto la possibilità di analizzare anche una lunga sequenza di fotografie che ritraggono la vittima nel momento in cui è stato trovato il corpo e che sono saltate fuori solo quando i pm palermitani Calogero Ferrara e Claudio Camilleri sono volati a Madrid per una rogatoria internazionale.

La versione del suicidio non mai ha convinto i familiari di Mario Biondo, assistiti dagli avvocati Toni Palazzotto e Carmelita Morreale, che si sono affidati alla criminologa Roberta Bruzzone. L'esperta ha ipotizzato non solo che Biondo non si è tolto la vita, ma che qualcuno, dopo averlo ucciso, avrebbe organizzato una messinscena per sviare le indagini.