Lite tra colleghi di lavoro finisce a coltellate. L'episodio è avvenuto a Messina, dove un uomo si è presentato al pronto soccorso dell'ospedale Policlinico con profonde ferite di arma da taglio al volto e all'addome. I carabinieri hanno identificato la vittima, un messinese di 42 anni: l'uomo è stato ricoverato con una prognosi di 30 giorni ma, poiché non era in grado di parlare, non ha potuto dare indicazioni utili sul suo aggressore.

Le indagini sono state immediatamente avviate e hanno consentito di ricostruire l'accaduto: il 42enne era stato ferito presso un deposito commerciale in cui lavora come magazziniere.

Lì aveva avuto un diverbio con il 49enne Paolo Mazza, sua collega di lavoro, per motivi da accertare. Nel corso di un sopralluogo sono stati rinvenuti l'arma utilizzata e diverse macchie di sangue, lasciate a terra dalla vittima dopo essere stato ferita. Al cultime di una lite, secondo la ricostruzione dei militari, Mazza avrebbe impugnato un grosso cutter con il quale ha sferrato alcuni violenti fendenti al contendente, per poi allontanarsi.