0-300x212

E’ tornato a splendere il sole oggi su gran parte della Sicilia anche se non sono mancate le piogge soprattutto nel messinese e in alcune zone del Palermitano. Cielo sereno o poco nuvoloso, invece, in tutto il Sud dell’isola come possiamo osservare nella mappa del satellite fornita dalla NASA, a corredo dell’articolo. Le piogge più intense si sono verificate in mattinata a Barcellona Pozzo di Gotto, dove ci sono stati forti rovesci e accumuli fino a 15mm di pioggia con qualche allagamento. Ma anche a Messina città e nella zona dello Stretto ci sono state piogge sparse. Le temperature sono ormai fresche e tipicamente autunnali: Palermo, Agrigento e Messina hanno appena sfiorato i +20°C di massima mentre Catania è arrivata a +22°C, Ragusa a +16°C, Caltanissetta a+18°C, Enna i +14°C, il tutto solo per pochi minuti nel momento più caldo della giornata. Ben più fresco, invece, nelle ore pomeridiane, serali, notturne e mattutine.
E’ di nuovo allerta meteo, intanto, per le prossime ore. Una nuova perturbazione in arrivo da nord/ovest investirà la Sicilia sin dalle prime ore di domani, venerdì 15 novembre 2013, con forti temporali che colpiranno dapprima trapanese e palermitano per poi estendersi nel corso della giornata a tutto il resto dell’isola, con forti piogge e temporali che nel pomeriggio si accaniranno nel messinese jonico, dove si verificheranno nubifragi localmente intensi. Nel weekend la situazione migliorerà timidamente, con molte nubi ma anche sprazzi di sereno. Le temperature rimarranno stazionarie, ormai fresche e in linea con le medie del periodo quindi tipicamente autunnali. Per monitorare la situazione meteorologica in diretta seguite le nostre news in tempo reale e le pagine del nowcasting: satellitisituazionefulminazioniradar webcam. E’ fondamentale per avere un controllo totale sulla situazione meteo minuto per minuto. Sulla nostra pagina di facebooktrovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it.

Peppe Caridi