E' giallo a Randazzo, dopo il ritrovamento della zincatura interna di una bara, in un fondo abbandonata di contrada Sant'Elia, contenente alcune ossa, probabilmente umane, e calzature da donna in disuso. La presenza è stata segnalata da un pensionato della zona, che ha contattato i carabinieri della compagnia locale.

I resti della bara, che era senza coperchio, risalirebbero a 40-50 anni fa: secondo i primi accertamenti, la zincatura è rovinata, con evidenti distorsioni, ed è anche bucata. Al suo interno sono state rinvenute parti di ossa, che potrebbero essere pezzi di colonna vertebrale e arti inferiori. Sono in corso alcune verifiche, per accertare l'esistenza di eventuali denunce di scomparsa di bare, ma al momento non è emerso nulla. La Procura di Catania ha disposto un'inchiesta: il reato ipotizzato è quello di vilipendio di cadavere.