Anche Monica Bellucci parla del caso Weinstein. L'attrice, che ha ricevuto il Premio Virna Lisi a Roma, ha spiegato che le denunce degli abusi a Hollywood vengono dal fatto "che le donne finalmente stanno scoppiando, è normale perché la nostra rabbia è atavica e sta uscendo come la lava di un vulcano. Le donne sentono il bisogno di denunciare perché sono stanche di subire e non so dove finirà".

Anche a se volte, precisa, "le dichiarazioni possono uscire in maniera non corretta, affrettata, perché quando scoppi si può scoppiare male, bisogna andare avanti perché questa rabbia interna è stata repressa per troppo a lungo".

A consegnarle il premio è stato Giuseppe Tornatore. In relazione alle accuse di molestie sollevate da Miriana Trevisan nei confronti del regista siciliano (LEGGI QUI), ha detto: "Ho girato per 5 mesi con Giuseppe: Malena, poi delle pubblicità, e un piccolo ruolo in Baaria. Tra noi c'è un rapporto d'amicizia che va avanti da 20 anni, lo continuo ancora oggi a sentire sempre, gli ho chiesto consigli nella mia vita, ho per lui molta stima e rispetto. Grazie a lui mi si sono aperte molte porte". L'accusa "mi stupisce, non è l'uomo che conosco io".