MONREALE (PALERMO) – Un imprenditore, probabilmente a causa dei debiti, si è ucciso sparandosi un colpo di pistola in bocca. È accaduto a Monreale, nel Palermitano, dove il titolare di un'attività commerciale che opera nel settore dell'alimentazion, si è suicidato stamattina. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i soccorritori del 118, ma per lui non c'era più nulla da fare.

L'imprenditore avrebbe scritto una lettera ai familiari per spiegare cosa lo ha portato a compiere l'estremo gesto. Non riusciva più a sopportare il peso della cartella esattoriale inviatagli da Equitalia con un importo di diverse migliaia di euro. Stamattina, quindi, è sceso in strada con un revolver e ha premuto il grilletto. Ancora da ricostruire l'esatta dinamica di quanto accaduto.