Palermo – Nuovo crollo alla Vucciria, in via Terra della Mosche, a pochi metri dalla palazzina crollata a Febbraio in Piazza Garraffello. Ecco che a distanza di tre mesi a cedere è una nuova palazzina per fortuna disabitata. Le persone, circa 20, residenti nelle abitazioni vicine, sono state preventivamente allontanate. Non ci sono feriti.

Una Palermo, quella del centro storico, quella della Vucciria che desta non pochi problemi. Il nuovo crollo alla Vucciria ha interessato un palazzo di tre piani, disabitato, palazzo che si era fatto sentire nei mesi scorsi, per via di alcuni crolli interni. 

Le 20 persone residenti nei palazzi limitrofi, sono state messe in sicurezza dalla polizia e dei vigili del fuoco intervenuti. Sembra che Piazza Garraffello non voglia proprio saperne di uscire fuori dai riflettori. 

Dopo il crollo di Febbraio, l'artista ustriaco, già innamorato della piazza multietnica, che aveva omaggiato con la sua arte "Uwe ti ama" di recente, aveva fatto parlare ancora di se e della famosa piazza, per via della scritta sulla fontana "Si vende", un atto provocatorio, che cela in realtà un bisogno di aiuto, per non far morire il nuovo cuore pulsante della città, quello della Vucciria, dove ogni sera, giovani e meno giovani di tutte le parti del mondo si ritrovano per passare qualche ora in compagnia. A distanza di pochi giorni, un nuovo crollo. 

L''intervento anzi l'interesse delle autorità competenti, sembra oggi doveroso.