PALERMO – Olio, ricerca, mercato ed innovazione, sono queste le tematiche che si sono discusse oggi durante la giornata di lavoro sull'olio siciliano. Un convegno intitolato Olio extravergine di oliva: salute e ricchezza” organizzato dall’IRVO e svoltosi presso la sala gialla dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Tante le iniziative e le proposte presentate, ecco le più eccellenti:

  1. Un concorso internazionale di olio d’oliva che si terrà a maggio presso l’hotel La Zagarella: “L'intento del concorso– spieganoStefania Leggio e Antonio Celauro – è il recupero di un gap, finora esistito, per valorizzare l'olio di qualità proveniente da ogni parte del mondo”.
  2. Un nuovo corso di laurea, presso l’Ateneo di Palermo, illustrato dal professore di Agraria Paolo Inglese sulle Scienze enogastronomiche. Un corso che guarderà al lavoro sul campo. “L’olio è la bandiera di questa terra – ha detto Pino Gullo della Lega Coop Sicilia – dobbiamo abbattere i costi di produzione perché altrimenti resta confinato ai ristoranti stellati”. 

Per concludere, la parola al neo insediato Assessore alla Regionale all'Agricoltura e alla Pesca, Antonello Cracolici, che metterà in campo ogni iniziativa utile al riconoscimento dell'Igp Olio Sicilia.