Nuovo colpo di scena nelle indagini sull'omicidio di Yara Gambirasio: la perizia sul corpo della ragazza non è ancora stata depositata ma, stando a quanto è stato riportato da Il Messaggero, sembra non siano state trovate tracce del principale indagato, Massimo Giuseppe Bossetti. L'analisi è stata affidata a Carlo Previderè, responsabile del laboratorio di genetica dell'Università di Pavia, che ha chiesto una proroga per la consegna del documento.

Nello specifico, l'analisi su peli, capelli e particelle di epidermide risulta problematica, poiché il materiale raccolto è rimasto esposto alle intemperie per tre mesi ed è andato incontro a deterioramento. Queste nuove rivelazioni potrebbero giocare un ruolo determinante per la situazione di Bossetti e potrebbero fare ulteriore luce sul responsabile dell'omicidio di Yara: per quanto riguarda, invece, l'analisi dell'auto e del furgone del muratore bergamasco, gli investigatori hanno parlato di "riscontri interessanti".