Abbandonati, dimenticati, rovinati dall'incuria: a Palermo ci sono almeno 400 tesori di cui quasi nessuno si ricorda più. Tra una chiesa del Seicento, un chiosco arabo-normanno e una fontana che è diventata simbolo del degrado, l'elenco delle costruzioni di elevato valore è purtroppo lungo e basta fare una passeggiata per rendersene conto.

Attualmente non esiste una lista ufficiale dei monumenti abbandonati, che sono stati catalogati dal FAI e dalla fondazione Salvare Palermo, grazie all'aiuto dei cittadini stessi. Alcune di queste costruzioni sono "soffocate" dai palazzi moderni, altre sono state murate per impedire ai senza casa di occuparle. Ma perché nessuno interviene? Come spiega Rosanna Pirajno della fondazione Salvare Palermo, è un problema di proprietà, che sono divise tra Regione, Comune, Curia e altri enti.

Guarda il video