Due giovani palermitani sono stati denunciati dopo aver fatto razzia di telefonini nella spiaggia di Mondello. I poliziotti dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, in sinergia con gli agenti del commissariato Mondello, sono subito intervenuti, riuscendo a bloccarli.

La vicenda è accaduta ieri: "Intorno a ora di pranzo numerosi bagnanti si sono riversati in commissariato, a Mondello – spiegano dalla Questura – per denunciare di aver subito il furto dei telefoni cellulari, lasciati incustoditi in spiaggia, indicando due giovani sospetti che si erano allontanati in autobus". 

La segnalazione è stata diramata dalla centrale operativa ed è stata raccolta dalle volanti in servizio. I poliziotti, così, hanno raggiunto e fermato un affollato autobus, sul quale viaggiavano due giovani sospetti: "Uno dei due – spiega la polizia – aveva con sé una grossa borsa che conteneva nove telefonini e una cassa bluetooth, sulla cui provenienza non ha saputo fornire spiegazioni convincenti".

I cellulari sono stati restituiti ai legittimi proprietari e i responsabili del furto sono stati denunciati a piede libero per il reato di "furto continuato, aggravato, in concorso". La polizia ha invitato i bagnanti a non lasciare borse e oggetti personali incustoditi sulla battigia e a mantenere sempre alta la soglia dell'attenzione.