PALERMO – La polizia ha arrestato un uomo, G.C., accusato di aver minacciato e perseguitato l'ex moglie e la figlia minorenne. La separazione dal coniuge violento non ha arrestato, anzi ha fatto lievitare gli atti persecutori: il malfattore più volte si è appostato sotto la nuova abitazione della vittima.

In un caso è entrato dentro il nuovo appartamento della donna e ha preso diversi vestiti della ex consorte e li ha sparsi per le scale e per strada dopo averli imbrattati con la vernice rossa. In questi mesi sono stati emessi nei confronti dell’uomo violento diversi provvedimenti tra cui il divieto di avvicinamento.

Alla luce degli ultimi episodi, come i continui pedinamenti, le diverse volte che si è presentato sul posto di lavoro e l’ennesima minaccia per strada, il gip ha disposto gli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico.