Ben 35 ore di ritardo complessive in 24 ore di voli: se quello di Vueling non è un record, poco ci manca. La panoramica di "LiveSicilia" relativa a un Palermo-Roma (e viceversa) sembra quasi un bollettino di guerra. Alcuni dei passeggeri, si legge, 

avrebbero dovuto consegnare i documenti necessari per l'esame per diventare magistrato. Altri avevano importanti impegni di lavoro, colloqui decisivi. Qualcuno degli appuntamenti irrinunciabili. Altri ancora, delle coincidenze che li attendevano per portarli in America o in Asia. E invece, sono rimasti tutti a terra, all'aeroporto Falcone-Borsellino, ostaggio della compagnia Vueling.

Un copione tristissimo che si è ripetuto tra venerdì pomeriggio e sabato mattina. Scrive "LiveSicilia": 

Un volo Palermo-Roma previsto per le 12 è stato riprogrammato con quasi 12 ore di ritardo, per le 23.35. Un altro volo sempre per Roma previsto per le 15.55 è stato spostato alle 19.50. Disagi anche per i passeggeri che da Roma Fiumicino devono arrivare a Palermo. Il volo il cui arrivo era previsto per le 15.10 è stato riprogrammato alle 19.20. L'Enac “bacchetta”, ma per i passeggeri, sballottati e sospesi, ostaggio dei ritardi e delle inefficienze, non cambia nulla.