01Caldo, sole, estate e subito si pensa a come rinfrescare il palato dall’arsura opprimente, e cosa c’è di magico, sublime e fresco di una granita alle mandorle di Sicilia?

 Come dimostrare che il prodotto che stiamo consumando è realmente realizzato con mandorle siciliane?  Facile leggendo le etichette del prodotto che oggi ha una forza in più: il marchio A.Pro.Ma.S.  Associazione Produttori per la Mandorla di Sicilia.

Un marchio forte e determinato nato dall’unione d’imprenditori e professionisti presenti nelle zone mandorli cole di eccellenza, da Agrigento a Castro novo di Sicilia, da Serradifalco, a Sommatino, da Mazzarino, a Barrafranca, da Noto a Siracusa.

I dati del consumo mondiale della mandorla registrano un continuo aumento per cui quest’associatismo era urgente e necessario affinché la mandorla siciliana abbia nel mercato il giusto posto che le aspetta, infatti, l’invasione di prodotti spagnoli e californiani stavano mettendo in serio pericolo la produzione nostrana e il progetto non era più rimandabile.

Il marchio Apromas curerà lo sviluppo della filiera dei mandorli e l’industrializzazione. In più il marchio vorrebbe creare una “via del mandorlo” che nell’idea degli organizzatori dovrebbe avere il top ad Agrigento con la sagra del Mandorlo in fiore.

L’ambizioso progetto dovrebbe portare la mandorla di Sicilia a uscire dal prodotto di nicchia e rilanciarla anche in Oriente, soprattutto Cina e India.

I dipartimenti delle due università di Palermo e Catania hanno dato al progetto un aiuto in più, individuando come nell’isola siano presenti varietà storiche di mandorle come “la Scummissa”, “la Nerone” la “ Curcupane”, la “Vinciatutti” la “Pizzuta d’Avola” e altre meno note ma sempre buonissime e soprattutto resistenti ai parassiti.

Una componente quindi unica che dà la possibilità agli studiosi di tracciare immediatamente la provenienza delle mandorle sia sfuse sia trasformate.

La mandorla ricca di sostanze indispensabili per il comparto agroalimentare, la farmaceutica e la cosmesi, è in pericolo quindi ben vengano queste iniziative brillanti che portano la Sicilia e i suoi imprenditori agricoli tra l’elite dei produttori.

Per chi volesse maggiori informazioni vorrei segnalarvi il sito di riferimento: www. mandorladisicilia.it e la pagina social su face book.

di Laura Ganci