AppymeteoUna app gratuita per Android per conoscere la felicita’, seguendo un diario ideale che tratteggera’ anche la ‘felicita” dell’Italia, provincia per provincia. Si chiama Appymeteo e l’hanno sviluppata due ricercatori italiani, Luciano Canova e Andrea Biancini: la app, presentata ufficialmente dal quotidiano ambientale toscano Greenreport.it, e’ pensata in stretta connessione con le piu’ tradizionali app sulmeteo con l’obiettivo di fare previsioni meteo di felicita’ personali e geografiche in tutta Italia. Si tratta di un’app sviluppata con finalita’ scientifiche, per raccogliere informazioni utili alla ricerca sul benessere soggettivo, utilizzando raccolta di informazioni real-time. Una volta scaricata, l’utente compila un breve profilo con informazioni demografiche che saranno utilizzate successivamente per l’analisi statistica. L’app invia in momenti casuali della giornata notifiche push contenenti una domanda alle cui implicazioni pensiamo sempre troppo poco e alla quale invece dovremo rispondere molto sinceramente: ”Quanto sei felice da 1 a 10?”. I numeri raccolti servono alla valenza scientifica del progetto, ma consentono anche all’utente di ricevere le previsioni meteo di felicita’ (con lo storico del proprio profilo, in una sorta di diario) e a facolta’ di consultare una mappa interattiva del territorio italiano con il meteo della felicita’ per provincia, adombrando la mappa con delle nuvole in caso di umore nero, e lasciandola soleggiata quando l’alta pressione dell’umore lascera’ felice e splendente l’Italia. ”L’idea della app mi e’ venuta riflettendo sulla meteoropatia, perche’ sfido chiunque a non essere d’accordo sul fatto che il meteo ha un impatto sul mood”. Luciano Canova, uno degli sviluppatori di Appymeteo, racconta cosi’ il momento in cui ha iniziato a lavorare sul binomio meteo e felicita’. Canova e’ un ricercatore dell’Universita’ San Raffaele e del Cresa (Centro ricerche epistemologia sperimentale e applicata) e i suoi interessi di ricerca si concentrano sull’economia sperimentale e della felicita’. Esperienze analoghe sono gia’ state fatte all’estero, ma ora il binomio con un computer scientist di Bicocca, Andrea Biancini, esperto di big data, ha fatto nascere la prima app italiana di questo tipo. ”Restiamo prudenti – conclude Canova – perche’ prudenza fa rima con scienza. Ma c’e’ tutta la gioia di quando si mette un’idea alla prova”.

Peppe Caridi