Sono migliorate nel corso della notte le condizioni dei due coniugi di Messina che hanno respirato i gas di risalita di un condotto fognario nella loro camera d'albergo, a Ragusa. I due, 65 anni lui, 60 anni lei, erano in viaggio di nozze: sono stati trovati svenuti nella stanza d'hotel dal ptoprietario dell'albergo, che aveva allertato il 113 perché non aveva loro notizie. Riservata la prognosi sulla vita dell'uomo, che si è svegliato ed è sotto controllo medico costante.

La donna è vigile e cosciente: le sue condizioni sono in fase di miglioramento. Sull'episodio è stata aperta un'inchiesta per lesioni gravissime colpose e la squadra mobile ha sequestrato la struttura. Il provvedimento è precauzionale, poiché la società che gestisce l'albergo è considerata estranea alla vicenda, ma anche parte lesa. Lo stesso titolare, qualche giorno fa, era stato colto da malore dopo avere fatto una doccia nella stanza.