800px-Mimosa_pudica_2C'è una pianta interessantissima che cresce spontaneamente in brasile, asia, africa ed india. Si chiama Mimosa Pudica. Appartiene alla famiglia delle Mimosaceae e deve il nome comune al fatto di rispondere a stimoli tattili chiudendo le foglie su se stesse quasi come fosse un riccio. Potete visionare una immagine gif (animata) direttamente su wikipedia: guarda immagine.

Ne parliamo su Siciliafan.it, perchè son convinta (anche se non sono una botanica) che la si potrebbe coltivare anche in Sicilia. E farlo potrebbe tornarci utile visto il profilo tossicologico e le attività antiossidanti di cui la mimosa pudica gode.

 

Io ne ho approfondito lo studio a proposito delle emorroidi.
Si sa che molte persone, soprattutto a causa di una dieta sbagliatissima e povera di fibre, ne soffrono. Ed allora perchè non provare questo rimedio naturale?

La mimosa pudica, da questo punto di vista, offre diversi benefici.
Avete presente quella matita emostatica che è capace di fermare il sanguinamento di un taglietto causato ad esempio quando ci si rade o ci si taglia con un coltello in cucina?
La mimosa pudica agisce proprio come un pennello emostatico.
Già nel 16esimo secolo veniva realizzato un impasto a base di mimosa pudica e altri eccipienti per lenire il dolore ed i fastidi delle emorroidi sanguinanti. A quanto pare il contenuto di fenoli e antiossidanti accelera la guarigione.
 

Non l'ho provata in prima persona, ma ne ho suggerito l'uso a molti amici e parenti (non soffro di emorroidi).
Non incorrerete in composti chimici artificiali o in composti pericolosi per la vostra salute.
 

Se decidete di usare la mimosa pudica o di coltivarla in giardino, fateci sapere come è andata.

In tutti i casi ricordate che per curare le emorroidi è importante modificare la propria alimentazione, magari dimagrire e regolarizzare l'intestino. Trovate un approfondimento completo sulle emorroidi in questa pagina. Buona lettura.

Foto da Wikipedia