preview 2012 chefTRE GIORNI DI DEGUSTAZIONI, MUSICA E LEZIONI DI CUCINA

Ogni sera un concerto gratuito, sabato si balla con la musica dei Tinturia

 

SAN VITO LO CAPO (TRAPANI), 20 GIU. Prende il via domani a San Vito Lo Capo il Cous Cous Fest Preview, la golosa anteprima del Festival internazionale dell'integrazione culturale, la cui sedicesima edizione torna a settembre, dal 24 al 29. Un weekend, organizzato dal Comune di San Vito Lo Capo in collaborazione con l’agenzia Feedback di Palermo, dedicato agli appassionati di cous cous tra sole, mare e musica. Degustazioni no-stop sulla spiaggia, sfide ai fornelli tra chef provenienti da tutta Italia, aperitivi in riva al mare, laboratori gastronomici, lezioni di cucina e di danze orientali e concerti serali gratuiti sono solo alcune delle iniziative in programma. A condurre gli appuntamenti, Federico Quaranta di Rai Radio2 ed Eliana Chiavetta, showgirl siciliana.

"La rassegna inaugura la stagione estiva a San Vito Lo Capo – ha spiegato Matteo Rizzo, sindaco della cittadina – e il suo ricco cartellone di eventi che si sviluppa fino ad ottobre. Da cinque anni ormai il Preview è diventato un appuntamento fisso per appassionati e turisti che visitano San Vito Lo Capo e la sua meravigliosa spiaggia, premiata anche quest'anno con le "5 Vele" della Guida Blu 2013 di Legambiente e Touring Club per la pulizia del mare e delle spiagge, i servizi offerti e l'ecosostenibilità. Auspico – ha concluso Rizzo – che iniziative come questa siano adeguatamente supportate dalle istituzioni regionali in quanto  danno lustro alla nostra regione e attirano visitatori dall'Italia e dall'estero con numeri in continua crescita".

Domani alle ore 20 comincia la gara "Vota lo chef per il Cous Cous Fest": sei concorrenti, selezionati attraverso un bando nazionale, si contendono la partecipazione alla squadra italiana che gareggerà a settembre. Domani a sfidarsi saranno Fabrizio Abbate, chef palermitano che vive e lavora in Brasile dove ha aperto un ristorante battezzato con il suo nome d'arte, "Don Fabrizio", con la ricetta di cous cous intitolata "Passaggio ai tropici, Porto Seguro" e  Bhelassen Berbat, chef tunisino che lavora in Italia al San Clemente Palace, un hotel resort 5 stelle lusso a Venezia che presenterà una ricetta intitolata "Tunisi, Milano, Trapani", un tris di cous cous di verdure, carne e pesce. Cento visitatori possono assaggiare i piatti in piazza Santuario e votare come giurati popolari. A votare anche una giuria di giornalisti ed esperti, guidata dal giornalista Roberto Perrone, del Corriere della sera. Con lui Elisabetta Artemisia Ferrari di cosmopolitan.it, Ignazio Galante, capo delegazione italiana Cous Cous Fest 2013, chef al ristorante "U Sfizziusu" di San Vito Lo Capo, Enzo Battaglia, ristoratore della "Casa del cous cous", docente ed esperto di tradizioni e cultura sanvitese e Giovanni Torrente, chef dell'hotel Trinacria.

Da mezzogiorno a mezzanotte rimangono aperte le Case del cous cous, dove è possibile partecipare alle degustazioni. La Casa del cous cous dal mondo propone le ricette estere da degustare sulla spiaggia, mentre alla Casa del Cous Cous Trapanese, in via Venza, si trovano le ricette di tipiche della tradizione locale e di quella pantesca. Il biglietto per le degustazioni costa 10 euro e prevede due assaggi di cous cous, un dolce siciliano e un bicchiere di vino.

Stessi orari di apertura per l'Aperol Spritz Bar che propone aperitivi e gadget sulla spiaggia. Ogni giorno, dalle 17.30 a mezzanotte, apre le porte l'Expo Village per lo shopping, tra via Savoia e via Regina Margherita, tra quanto di meglio offre la tradizione siciliana, dall'artigianato all'agroalimentare e ai prodotti ittici locali.

Alle 18:30 saranno le donne di San Vito Lo Capo a raccontare i segreti delle ricette che si tramandano di generazione in generazione durante gli appuntamenti con "La tradizione è servita!". In tavola domani le polpette di finocchietto e patate con spaghetto “rutto” di Dina Fiordilino e le caserecce alla matalotta, condite con sugo di pesce (anguilla o cernia), zafferano, buccia di limone, pomodoro e cipolla, preparate da Enza Licata. L'ingresso è libero fino all'esaurimento dei posti disponibili.

Sabato e domenica il mercato del pesce all'Ittica Capo San Vito alle ore 10 apre le sue porte ai visitatori. Sarà Ninni Ravazza, giornalista e subacqueo, a guidare il pubblico alla scoperta delle principali specie ittiche del territorio, che poi saranno vendute in una simpatica asta ai migliori acquirenti. Nel weekend prendono il via anche le lezioni di cucina e di danza del ventre sulla spiaggia di San Vito Lo Capo, all'altezza della centralissima via Savoia. Lo chef Giovanni Torrente insegnerà come preparare il cous cous, mentre la danzatrice Roberta Kalile guiderà il pubblico tra le mosse e le movenze delle danze orientali

Domani sera il programma si chiude con il concerto gratuito di Ketty Passa & Toxic tuna, la band milanese che sarà a San Vito Lo Capo per la prima tappa del tour "Sicilia bedda". Ketty Passa, artista trasversale della provincia di Lecco, è deejay a Radio Popolare e leader e voce del gruppo, nato nel 2005, che vanta già nel suo curriculum la vittoria degli Mtv New Generation Contest. Il gruppo proporrà i pezzi del suo ultimo album, #cantakettypassa,  che racconta in undici brani dall’atmosfera pop con venature swing, funky e reggae, la fine di una, mille storie d’amore, senza rinunciare alla positività di chi vuole andare avanti.