Diversi poeti da tutto il mondo saranno presenti alla manifestazione che sarà teletrasmessa in differita via web. Due Ministri della Cultura, quello Italiano e quello del Daghestan, hanno dato il proprio patrocinio.

Il Parnaso degli immortali non poteva sperare di meglio. Il Concorso di Poesia “Il Parnaso – Premio Angelo La Vecchia” arriva alla manifestazione finale. Tutto è pronto. I numeri di questa edizione sono “importanti” se si pensa che a fronte di circa 330 poesie partecipanti ci sono oltre 400 richieste di partecipazione. Senza contare il paio di centinaia di poeti che hanno partecipato alle sezioni realizzate con la repubblica del Daghestan e con quella della Macedonia… E già, perché questo Concorso ha avuto la capacità di coinvolgere poeti provenienti da 20 stati con poesie in 27 lingue diverse! “Grande successo – ci dice il direttore artistico del Concorso, Gero La Vecchia – ma grande e oneroso impegno che in certi momenti rischia di schiacciarmi. Per fortuna che il contatto con gli Immortali mi rende immune da ogni problema!”

Il Concorso si svolge sul famoso social network Facebook. Sulla pagina www.facebook.com/concorsoparnaso/ vengono pubblicate le poesie in concorso. “Una vetrina importante che rende veloci e immediate le comunicazioni – aggiunge la segretaria del Concorso Roberta Pantalena – Le poesie in concorso hanno superato le 100.000 visualizzazioni….”.

Questa edizione ha visto il coinvolgimento di oltre 40 giurati che hanno valutato le poesie nelle varie sezioni. Nella sezione principale, dedicata al prof. Angelo La Vecchia, ci sono giurati di grande caratura: l’attore – regista Gianfranco Jannuzzo, il maestro Marzio Lauricella, gloria della lirica italiana, il prof. Gaetano Cipolla della St. John University di New York, il grande critico letterario Ottavio Rossani, che gestisce la pagina della poesia al Corriere della Sera, e il poeta – farmacista trentino Alberto Pattini. Uno stuolo di personalità nelle varie commissioni. “Il nostro fine è quello di coinvolgere in primo luogo tutta la Canicattì che si spende per la cultura. Cerchiamo di coinvolgere tutti in questo progetto tanto ambizioso quanto semplice e vero”. Gero La Vecchia rimarca più volte la ricerca di un coinvolgimento senza barriere né confini. Coinvolta l’associazione culturale Athena, con a capo l’instancabile avvocato Giovanni Salvaggio, che organizzerà nei locali di corso Umberto una mostra di artisti locali con la presenza di un pittore – poeta egiziano, George Onsy che è risultato vincitore della sezione International del Concorso e che sarà presente alla manifestazione. Saranno anche presenti poeti provenienti dalla Macedonia, dalla Repubblica Ceca e dal Marocco.

Su mandato dei “grandi” del Parnaso sarà anche conferito un particolare riconoscimento al prof. Gaetano Augello, uomo di grande cultura e memoria storica della città di Canicattì.

Durante la manifestazione, nella sezione “Il Parnaso della Memoria” saranno premiate poesie con targhe intestate alla memoria dell’avv. Giuseppe Alaimo, l’avv. Calogero Corsello, il prof. Emanuele Giardina e il prof. Giuseppe Jannuzzo. Un momento particolare sarà anche il ricordo del compianto prof. Antonio Scrimali, già sindaco di Canicattì, al quale l’anno prossimo sarà intestato un riconoscimento da dare ad una poesia scelta dalla famiglia.

Nella serata sarà anche presentata l’antologia con tutte le poesie premiate e una selezione delle altre in concorso. La pubblicazione conterrà anche tutte le informazioni sul concorso e le sue sezioni comprese anche quelle gestite con il Daghestan e la Macedonia.

Il Concorso ha ricevuto il patrocinio del Ministero della repubblica Italiana, on Dario Franceschini, che si aggiunge a quello del Ministro della Cultura del Daghestan on. Zarema Butraeva. Dall’anno prossimo, con molta probabilità, ci sarà anche quello della Macedonia.

Il Comune di Canicattì, compartecipe della manifestazione, si può fregiare del titolo di Capitale mondiale della Poesia. Il Parnaso docet!

03

04