Non si sa ancora se ci saranno risvolti futuri concreti, ma intanto è stato ufficialmente scoperto un sistema solare con 7 pianeti simili alla Terra, 6 dei quali in una zona in cui la temperatura è compresa fra zero e 100 gradi. La ricerca, pubblicata su "Nature", è stata coordinata dall'università belga di Liegi. Descrive il più grande sistema planetario mai scoperto con tanti possibili sosia della Terra.

La stella, chiamata Trappist-1, è distante 39 anni luce. Per il coordinatore della ricerca, Michael Gillon, "è un sistema planetario eccezionale, non solo perché i suoi pianeti sono così numerosi, ma perché hanno tutti dimensioni sorprendentemente simili a quelle della Terra". Utilizzando il telescopio Trappist, installato in Cile presso lo European Southern Observatory (Eso), i ricercatori hanno scoperto che 3 dei 7 pianeti si trovano nella zona abitabile, cioè alla distanza ottimale dalla stella per avere acqua allo stato liquido. Potrebbero quindi ospitare oceani e potenzialmente la vita.

I 6 pianeti più vicini alla stella sono paragonabili per dimensioni e temperatura alla Terra e probabilmente hanno una composizione rocciosa. Del settimo pianeta, più esterno, si hanno meno informazioni. Il sole di questo sistema planetario è una vecchia conoscenza: era stato scoperto nel maggio 2016 insieme ai tre pianeti che si trovano nella fascia abitabile. Trappist-1 è una stella nana ultrafredda, ossia meno calda e più piccola del Sole.