I tagli in finanziaria mettono rischio il servizio antincendio in Sicilia. Riduzioni, per un totale di 60 milioni di euro (40 per il servizio antincendio boschivo e 20 per l’azienda foreste) che potrebbero far bloccare ad agosto le attività di prevenzione incendi. La Cgil denuncia infatti che, se non si stanzieranno nuovi fondi, nel bel mezzo dell’estate i circa 7 mila dipendenti forestali addetti al servizio antincendio nei boschi saranno licenziati.

[Continua la lettura dell’articolo]