Si chiude con un bilancio più che positivo l’undicesima edizione del Festival degli Aquiloni che per quattro giorni ha colorato l’intero Comune di San Vito Lo Capo. Grande affluenza di residenti e molti visitatori provenienti da altri Comuni per il Festival ideato da Ignazio Billera e organizzato da Medifiere. Dal 16 al 19 maggio nella spiaggia di San Vito si sono uditi i sorrisi dei bambini e il cielo si è colorato di aquiloni di forme e dimensioni diverse. Una grande festa che ha coinvolto tutti, anche i bambini che con le loro mani, nei laboratori creativi, hanno realizzato i loro aquiloni. Nonostante il tempo iniziale poco clemente, la spiaggia è sempre stata affollata di gente e nelle ultime due giornate, il Comune è stato letteralmente invaso dai turisti. Sabato sera si è innalzata anche la mongolfiera e per tutti i giorni è stato possibile ammirare esibizioni di kitesurf e parapendio. Tante le esibizioni musicali ogni sera, i concerti gratuiti in piazza San Vito e il live painting dell’artista Tonio Specchia. “Abbiamo regalato a residenti, visitatori e turisti quattro giorni di emozioni a colori – dichiara il sindaco di San Vito Lo Capo Giuseppe Peraino – permettendo anche ad alcuni di  realizzare il sogno di salire su una mongolfiera, a volo vincolato, e di ammirare di notte  la meraviglia del nostro golfo costellato di luci. Superati alcuni problemi causati dal maltempo, non appena il vento si è stabilizzato è stato possibile svolgere tutti gli eventi collaterali programmati a dimostrazione che il cielo di San Vito Lo Capo è ideale non solo per gli aquiloni ma per vivere tutte quelle attività all’aria aperta, dal mare alla montagna, come l’adrenalinico parapendio e i salti e i volteggi  sulle onde degli appassionati di Kite Surf. Una buona organizzazione ha consentito lo svolgimento delle varie esibizioni nel rispetto delle norme di sicurezza garantendo veri e propri momenti di spettacolo e divertimento. L’XI Festival Internazionale degli Aquiloni  & Festa del Vento”, oltre ad essere un momento multiculturale di incontro tra aquilonisti da tutto il mondo, un laboratorio didattico per bambini ed un’importante vetrina per  lanciare messaggi di pace e integrazione – continua il primo cittadino – rappresenta indubbiamente un appuntamento di grande richiamo all’insegna di un turismo sempre più ecosostenibile sul quale la nostra  amministrazione punta per coinvolgere coloro che amano vivere e muoversi nella natura alla scoperta della bellezza e delle tradizioni autentiche dei luoghi visitati. E il connubio tra vento e mare sarà presto di nuovo protagonista con un evento velico in programma dal  31 maggio al 2 giugno“. Soddisfatto si dice anche l’instancabile Ignazio Billera che ha coordinato tutti gli eventi in programma e uno dei momenti più importanti della manifestazione: il volo dell’aquilone con l’immagine di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Vedere i due amici magistrati sorridere e volare nell’alto dei cieli ha emozionato e scosso gli animi di tutti. “E’ stata una grande soddisfazione anche quest’anno – afferma Ignazio Billera – C’è stata una grande affluenza di pubblico, sopratutto nella giornata conclusiva di domenica. Siamo riusciti a far volare anche la mongolfiera. Speriamo soprattutto che questo Festival abbia donato ai partecipanti e a tutti i presenti, gioia e felicità perché l’intento del Festival degli Aquiloni è questo. Eventi come questi servono a promuovere il nostro territorio. Il prossimo appuntamento sarà a Marina di Ragusa dal 16 al 20 ottobre per la seconda edizione del Festival”. Un’esperienza positiva anche per i rappresenti di Medifiere che, dopo San Vito Lo Capo, sono pronti ora ad inaugurare il prossimo 25 maggio la grande Fiera Campionaria del Mediterraneo a Palermo.