Si improvvisa detective per ritrovare degli oggetti che gli avevano rubato e a cui teneva moltissimo, in quanto appartengono alla sua famiglia da oltre 30 anni. È la curiosa storia con lieto fine di un bagherese, che per settimane ha cercato e ricercato tra i vari mercatini di Palermo. Fino a quando non ha riconosciuto il "bottino" in una bancarella del mercatino di piazza Marina.

L'uomo, reprimendo la sua eccitazione, si è finto un cliente, acquistando due degli oggetti esposti (tre erano i suoi, il cuo furto era stato regolarmente denunciato) per 15 euro. Dopodiché ha contattato la polizia; insieme agli agenti si è nuovamente recato dal venditore abusivo, pronto a vendere di tutto: nello specifico tre vasi, tre quadri, nove statuine, due tamburi, tre piatti e gli oggetti riconosciuti dalla vittima.

La merce è stata interamente sequestrata dalla polizia, mentre per il venditore, un 33enne, è scattata la denuncia per ricettazione.