SIRACUSA – Siracusa è tra le città più social di tutta Italia, in una speciale classifica dove a comandare, a livello di regioni, è l'Emilia Romagna. Reggio Emilia, Bologna e Ferrara, infatti, sono sul podio delle città capoluogo più attive sui social network, quelle cioè che hanno un maggior numero di canali sulle reti sociali. Le posizioni cambiano se invece viene considerato il "seguito social": Roma, Milano e Torino, infatti, mettono insieme più fan e follower su Facebook e Twitter. Sono queste le conclusioni del rapporto "ICity Rate 2018", che sarà presentato il mese prossimo alla manifestazione ICity Lab di Firenze, in Toscana.

Siracusa e il mondo social

In base alla ricerca di di Fpa, società del gruppo Digital360 che ha preso in esame 107 capoluoghi in Italia, Firenze spicca per il numero di seguaci in rapporto al numero di abitanti. Il capoluogo della Toscana su Twitter è seguito da circa un quarto della popolazione (24,6%), mentre su Facebook Verbania, Crotone e Pesaro hanno un seguito, rispettivamente, del 41,5%, 36,9% e 34,5%. Napoli, Cesena e Monza sono invece le città più attive su YouTube nell’ultimo anno. In generale il social media più amato dalle città è ancora Facebook, scelto come canale di comunicazione da 82 comuni capoluogo (tre in meno rispetto al 2017).

A seguire ci sono Twitter con 79 città presenti (73 lo scorso anno), YouTube con 71 (67 nella precedente rilevazione) e Instagram con 26 (in crescita rispetto ai 21 del 2017). Stabile l'utilizzo di Google Plus (15), mentre diminuisce la presenza delle città su Flickr (da 15 a 13) e su Pinterest (da 5 a 4). Alcuni comuni, infine, hanno sperimanto canali inediti, a cominciare da WhatsApp. Tra questi rientra proprio Siracusa, che fa compagnia a Reggio Emilia, Bologna, Rimini e Ancona. Da segnalare, poi, la fitta presenza di Roma e Pavia su LinkedIn. In definitiva, mettendo insieme la portata di tutti i dati, si può dire senza timore di smentita che nel nostro paese continua a crescere il numero di persone che ogni giorno si affaccia con continuità ai social. Segno evidente dei tempi.