SIRACUSA – Il tribunale di Siracusa ha condannato a 16 anni di reclusione il 28enne Luigi Di Noto, accusato dell’omicidio del padre Giuseppe, 50 anni. L’episodio risale al 15 marzo 2016: al culmine di una lite in casa in via La Marmora ad Avola, Luigi prese un coltello a serramanico e colpì sei volte il padre.

L’uomo venne subito ricoverato dell’ospedale Ferrarotto di Catania ma quattro giorni dopo morì per le gravi lesioni al petto e alla gola. Il 28enne è stato giudicato con il rito abbreviato. Il pubblico ministero, Marco Di Mauro, aveva chiesto al termine della sua requisitoria la condanna a 16 anni.