In casa avevano un vero e proprio supermercato della droga, nonostante uno dei due si trovasse ai domiciliari, ma la loro attività non è passata inosservata. I carabinieri hanno arrestato a Pozzallo Mustapha Rheydouni, 46enne marocchino, e la 34enne pozzallese Maria Barrera, entrambi già noti alle forze dell'ordine.

Il marocchino ha continuato, nonostante i domiciliari, ad occuparsi dei suoi affari illeciti, aiutato dalla donna. Il continuo viavai dalla loro abitazione, però, ha insospettito gli agenti: i carabinieri hanno sorpreso due giovani proprio mentre uscivano dall'appartamento, quindi li hanno sottoposti a perquisizione, trovandoli in possesso di eroina e siringhe. Entrambi sono stati segnalati alla prefettura di Ragusa come assuntoti di sostanze stupefacenti.

Il blitz all'interno dell'appartamento ha permesso di trovare 11 grammi di cocaina, materiale per il taglio e il confezionamento, un bilancino di precisione e 1.000 euro in contanti. I coniugi sono stati arrestati per spaccio di stupefacenti in concorso. L'uomo è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa, alla donna sono stati concessi i domiciliari. 

Foto: Corriere di Ragusa