In classe proponevano ai loro alunni delle elementari temi dagli argomenti discutibili – come quello in cui chiedevano agli alunni chi avrebbero ucciso tra mamma e papà – facevano riferimenti sessuali oppure si facevano massaggiare il collo e le spalle, a turni di 10 minuti. Per due maestre di Ivrea, 58 e 60 anni, è arrivata la sospensione: una decisione dell'Ufficio scolastico regionale del Piemonte, provvedimento cautelare mentre si cerca di ricostruire la vicenda.

Alcuni genitori hanno denunciato quegli atteggiamenti, già due anni fa: i carabinieri d'Ivrea hanno piazzato telecamere nell'aula ed i filmati hanno dimostrato una serie di comportamenti discutibili: temperini ed altro materiale didattico lanciato verso i bambini, temi choc e discorsi come Prima o poi mamma e papà moriranno, fatevene una ragione, soffrirete ma poi passerà.

Ed ancora, riferimenti sessuali, per esempio al "bunga bunga". Dalle indagini non sono emersi rilievi penali a carico delle due maestre, ma soltanto profili di carattere disciplinare: da qui è derivata la richiesta di archiviazione, alla quale il legale dei genitori ha presentato opposizione. Le due maestre sono state allontatate dalle classi – rischiano il licenziamento – in attesa di una decisione del Gip.