rosaStamattina mentre svolgevo i miei abituali compiti mi sento chiamare. 
La mattina, nella casa famiglia dove vivo, ho il compito di accudire tre disabili e svegliare chi deve occuparsi di altri diversamente abili. Da noi, nella comunità, ci sono quattro persone in sedia a rotelle e almeno altre tre che hanno difficoltà a camminare.
Sento una vocina che mi chiama, ma non capisco di chi si tratta. Successivamente incontro Mariella, una donna con tratti down, che mi dice: "ero io che ti chiamavo".
A questo punto le chiedo: "che volevi ?"
E lei mi dice : " Ti volevo dare un bacio".
Mi ha commosso, mi sono avvicinato a lei, mi sono fatto dare un bacio a mia volta le ho dato un grosso bacio sulla fronte. E mi sono chiesto: " Quante volte partiamo per dare e invece riceviamo molto di più?"