Da adesso, qui sarà anche possibile prendere il sole 'senza veli'. Tornano i nudisti a Pantelleria (ammesso che siano mai andati via): il sindaco, Salvatore Gino Gabriele, ha revocato un'ordinanza comunale, risalente a 33 anni fa, che impediva di prendere il sole nudi sull'isola. Il provvedimento, adottato il 17 luglio del 1982, era stato preso dal sindaco di allora, Giovanni Petrillo, e proibiva il nudo integrale e il topless, facendo anche riferimento (con termini non proprio gentili) alle donne che "il più delle volte espongono al sole seni che invece sono stomachevoli escrescenze flaccide e bislunghe". 

L'attuale sindaco dell'isola ha deciso di revocare quel provvediamento: 

Considerato che l'isola è meta di un flusso turistico internazionale, espressioni di più culture e nazionalità, con stili di vita differenziati – scrive il primo cittadino – questa Amministrazione ritiene di considerevole interesse per l'isola di Pantelleria, garantire a tutti la pluralità e il rispetto delle proprie scelte, in forza di una tradizione di apertura e di presenze turistiche internazionali oramai consolidata, senza recinti e improbabili tabù d'ogni genere. L'Isola appartiene al mondo ed è plurale.

In realtà, come dichiarato dallo stesso sindaco Gabriele dalle pagine di Repubblica, "Sicuramente ci sono dei luoghi dove i bagnanti preferiscono, come in tutte le località balneari, stare nudi, ma nel buon senso generale". 

Se mi fossi accorto prima di questa irrazionale ordinanza – ha aggiunto ancora Gabriele – che è fuori dai tempi e dalla storia, l'avrei già revocata. Ciò che fa specie non è il tema del nudismo, ma quello della totale assenza del pluralismo.