Dopo appena poche ore dall'arresto di Giovanni Vitale, i carabinieri hanno individuato a Borgetto il covo "abituale" del boss di Resuttana, soprannominato "U Panda". Vitale avrebbe trascorso il periodo della latitanza in un'abitazione a trenta chilometri da Palermo. A tradirlo è stato l'amore: il latitante è stato catturato e pizzicato in un casolare nelle campagne tra Montelepre e Giardinello, ma – hanno spiegato i carabinieri – è "apparso subito evidente che quello non fosse il reale nascondiglio del 'Panda', bensì un posto ritenuto sicuro per incontrare occasionalmente la moglie".

Il proprietario dell'immobile è un uomo di 53 anni, di Partinico, volto noto alle forze dell'ordine. È stato deferito in stato di libertà con l'accusa di favoreggiamento. All'interno dell'apparamento i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato documenti, con la foto di guida, che erano però stati intestato a un'altra persona.