Un fiore per Giulia. E l’inizia che ha messo in campo la famiglia Foresta, in ricordo della figlia morta tragicamente nelle acque della Croazia. Il padre Angelo ha chiesto interpretando i sentimenti e la sensibilità della propria figlia di non portare fiori o pubblicare necrologi, ma raccogliere dei fondi per realizzare opere di beneficenza di cui sarà data ampia pubblicità.

[Continua la lettura dell’articolo]