Era stato segnalato diverse volte, da numerosi cittadini, poiché era solito molestare giovani ragazze nella villa comunale o in via Cavour. L'uomo, un pensionato di 64 anni, avvicinava le donne, mostrava le parti intime e si masturbava davanti a loro. La storia è stata raccontata da più vittime, che hanno descritto sempre la stessa situazione: passeggiava in via Cavour, si fermava davanti la vetrina di qualche negozio e apriva la patta dei pantaloni.

Lo stesso accadeva anche presso la villa comunale, dove adocchiava giovani ragazze che facevano jogging, per poi avvicinarle mentre facevano stretching. Le vittime hanno richiesto l'intervento della polizia e avevano raccontato i fatti, ma si sono sempre rifiutato di mettere tutto nero su bianco.

Il commissariato di polizia è quindi intervenuto: alcune agenti si sono travestite da runner, recandosi al parco. Una di loro è stata avvicinata dal pensionato, che ha provato ad attaccare bottone. La donna gli ha voltato le spalle ed ha pensato si fosse allontanato, ma in realtà l'uomo si era semplicemente nascosto dietro un cespuglio e aveva iniziato a masturbarsi.

Gli agenti lo hanno visto e, dopo averlo redarguito, lo hanno portato in commissariato: l'uomo è coniugato e incensurato. E' stato denunciato per essere stato colto in flagranza del reato di atti osceni in luogo pubblico, aggravato dal fatto che luogo è frequentato da minori.