Una donna di 39 anni, originaria di Noto, è stata uccisa la scorsa notte all'interno di un campo nomadi a San Bonifacio, provincia di Verona. Sull'episodio, al momento, le forze dell'ordine mantengono il massimo riserbo: da quanto si è appreso fin'ora, non si esclude che possa essersi trattato di un regolamento di conti tra famiglie nomadi rivali, anche se nessuna ipotesi è esclusa.

La vittima era stata accompagnata agonizzante in ospedale: aveva una ferita alla gamba sinistra, verosimilmente provocata da un'arma da taglio. Inutili i soccorsi dei sanitari. Pare che la 39enne dimorasse da alcuni giorni con la sua famiglia e altri nuclei familiari in un'area della zona industriale di San Bonifacio dove si fermano occasionalmente gruppi di nomadi.

Qui, secondo gli investigatori, sarebbe stata ferita e stamani l'area risultava completamente sgomberata. Alcuni testimoni hanno riferito di avere visto due roulotte allontanarsi dall'ospedale di San Bonifacio all'ora in cui la donna si è presentata al pronto soccorso. 

Fonte: Giornale di Sicilia