All’arrivo di un evento speciale, l’aria acquista un profumo particolare. Sa di fibrillante attesa, di emozione, aspettativa e sana trepidazione. E’ l’aria che si respira a Ragusa Ibla che si appresta a vivere una lunga settimana dedicata alla musica classica. Da giovedì 18 luglio infatti prenderà il via la 28^ edizione di Ibla Grand Prize, con la direzione artistica del maestro Salvatore Moltisanti e il contributo del Comune di Ragusa – Assessorato allo Spettacolo, e le note della grande musica danzeranno in compagnia del barocco ibleo. 

Quest’anno con un’emozione in più nel cuore, in ricordo dell’ex assessore alla Cultura Salvo Di Fini che appoggiò la prima edizione della manifestazione in qualità di membro della Giunta dell’epoca.

Fino al 24 luglio tantissimi concerti negli scorci più belli del quartiere antico con giovani talenti provenienti da tutto il mondo che si contenderanno la prestigiosa opportunità offerta dal concorso internazionale di vincere una tournée nei più importanti teatri dell’Europa, dell’Asia e dell’America.

In queste ore Ragusa inizia a essere invasa dai concorrenti e dai tantissimi turisti che ormai scelgono Ibla Grand Prize come evento della loro estate: in molti ogni anno raggiungono il capoluogo per ammirare le sue bellezze architettoniche e godere della suggestiva atmosfera creata dai concerti nelle piazze, negli androni dei palazzi nobiliari, nelle viuzze di Ibla. La 28^ edizione avrà una particolarità in più: in occasione del 500° anniversario dalla morte di Leonardo Da Vinci infatti la kermesse rende omaggio al genio italiano che fu un eccellente musicista e compositore, facendo eseguire ai concorrenti alcuni brani da lui firmati.

In programma poi gli eventi entrati nella tradizione della manifestazione, come la serata di beneficenza in favore del Madagascar del 21 luglio a Villa Criscione e il gala del 23 luglio a Villa Anna. Confermata anche la borsa di studio messa a disposizione dal Rotary Club di Ragusa. 

Tutto il programma della manifestazione, che gode del supporto di sponsor privati, è consultabile sul sito www.ibla.org.