È stata aperta un'inchiesta per fare chiarezza sulla morte di una donna di 63 anni, originaria di Palma di Montechiaro, deceduta dopo un intervento di drenaggio. La 63enne era andata in ospedale lunedì scorso, lamentando dolori all'addome, e i medici sono intervenuti per sospetti calcoli renali.

I familiari hanno presentato una denuncia, per capire cosa sia successo e la procura di Agrigento ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, attualmente a carico di ignoti, disponendo il sequestro delle cartelle cliniche e l'autopsia sulla salma.

Secondo la ricostruzione fornita dai familiari, la signora è stata accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale di Agrigento con conati di vomito e dolori all'addome. I sanitari avrebbero spiegato che si trattava di una colica renale, disponendo il ricovero in Urologia.

Subito dopo l'internvento per inserire un tubo di drenaggio la paziente, che fino a quel momento era cosciente, avrebbe iniziato ad avvertire improvvisi dolori lancinanti, perdendo coscienza e senza mai più riprenderla.

Trasferita in Rianimazione, è stata sottoposta a un intervento chirurgico per l'asportazione del rene, per bloccare un'emorragia in atto, ma è morta la stessa sera.