Ottime notizie per i viaggiatori che intendono partire da e per la Sicilia: anche per la stagione invernale 2018 Air France-Klm ha deciso di confermare il volo Catania-Parigi, che collega Fontanarossa all'aeroporto Charles De Gaulle. La scelta è stata dettata “dal successo di riempimento di turisti da e per la Sicilia e per noi vuol dire molto”, ha spiegato Fabio Colagiovanni, Btc Marketing manager della compagnia.

Volo Catania-Parigi torna dopo 27 anni ed è un successo

Il collegamento diretto Catania-Parigi di Air France è stato riattivato, dopo 27 anni di assenza, il 27 marzo del 2018. Il volo è operato tre volte a settimana – il martedì, il giovedì e il sabato – ed è andato a integrarsi con i collegamenti già esistenti dal capoluogo etneo per Amsterdam. In questo modo, i passeggeri possono raggiungere 100 destinazioni in Europa e 14 destinazioni intercontinentali.
I voli Air France Catania-Parigi sono stati inaugurati per la prima volta nel 1987 e sono stati interrotti alla fine del mese di marzo del 1991. A operare le tratte sono gli Airbus A319 e A320.

Nell’attesa dei dati relativi al 2018, l’aeroporto di Catania ha registrato un grande successo nel corso del 2017, confermando un trend positivo di crescita. Con oltre 9,1 milioni di passeggeri (nel dettaglio 9.120.913) registrati al 31 dicembre scorso, l’Aeroporto di Catania sigla il 2017 come un anno straordinario per numero di presenze e costante crescita percentuale a due cifre: +15,25% (nel 2016 si era sfiorato il tetto degli 8 milioni fermandosi a 7.914.117 viaggiatori). Solo il mese di dicembre ha registrato 614.537 transiti (+5,18), ancora in aumento rispetto allo stesso mese del 2016 quando i passeggeri furono 584.268.

I dati forniti dall’Ufficio Traffico SAC vedono una sensibile crescita dei voli internazionali con 2.925.385 milioni di passeggeri (+18,41%), ripartiti in oltre 2,7 milioni da/per paesi dell’Unione Europea, mentre sono sensibilmente accresciuti quelli provenienti da area non UE: 216.396 utenti (+36,78 rispetto al 2016, quando furono poco più di 158mila). Analogo incremento a due cifre anche nel contesto dei voli nazionali con 6.184.360 transiti (+13,87%).