È in via di registrazione da parte dell'Aifa il primo vaccino contro l'allergia agli acari, qualificato come farmaco: l'importante notizia è emersa a Napoli, nel corso del XXIX Congresso della SIAAIC (Società italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica). Il via libera definitivo dovrebbe arrivare entro pochi mesi e in Italia il vaccino anti-acaro dovrebbe essere disponibile entro la fine dell'anno.

Dovrebbe essere catalogato come farmaco di fascia A (quindi gratuito) e si potrebbe presentare in forma di compresse. Il periodo di somministrazione va dai tre ai cinque anni, ma gli effetti benefici si possono riscontrare già dopo poche settimane. Qualora la terapia venisse interrotta, inoltre, non si perderebbero gli effetti positivi. Secondo i primi dati resi noti, l'utilizzo di questo vaccino riduce del 34 per cento le crisi respiratorie e del 40-60 per cento il ricorso a cortisonici. La notizia è stata accolta con grande interesse da tutti coloro che soffrono di allergia agli acari.

Foto: Ansa