logo_protezione_civileUn impulso atlantico in arrivo sul Mediterraneo centrale determinera’ a partire dalla giornata di domani e per alcuni giorni, una nuova fase di instabilita’ su gran parte delle regioni, con primi fenomeni sul nord ovest e sui settori tirrenici centrali, con particolare attenzione su Lazio e Sardegna. Lo comunica in una nota il dipartimento della Protezione civile che, sulla base delle previsioni disponibili e d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticita’ idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticita’ consultabile sul sito del dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). In particolare, dal pomeriggio di domani, venerdi’ 28 febbraio, si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sardegna e Lazio. Sulle due regioni, inoltre, sono previsti venti forti o di burrasca dai quadranti occidentali, con mareggiate lungo le coste esposte. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensita’, locali grandinate e attivita’ elettrica. Sulla base dei fenomeni previsti e’ stata valutata per la giornata di domani criticita’ gialla per diverse regioni interessate dal maltempo, mentre permane fino a domattina l’indicazione di criticita’ arancione per rischio idrogeologico sulla Campania, caratterizzata da condizioni di maltempo in queste ore.

28022014_domani_d0IL BOLLETTINO PER DOMANI, VENERDI’ 28 FEBBRAIO 2014:

Precipitazioni:
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia settentrionale, Calabria, Basilicata, Campania meridionale e Puglia meridionale, con quantitativi cumulati deboli o puntualmente moderati e fenomeni in esaurimento dalla mattinata;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sardegna nord-occidentale, Liguria centro-orientale, Toscana settentrionale e tirrenica, Piemonte orientale, Lombardia occidentale ed Appennino emiliano con quantitativi cumulati moderati;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto del nord, della Toscana e della Sardegna, su Lazio, Umbria, settori appenninici di Abruzzo e Molise e Campania centro-settentrionale con quantitativi cumulati da deboli a moderati, in particolare al nord, sulla Sardegna e sui settori tirrenici.
Nevicate: al di sopra dei 700-900 m sulle zone alpine e sull’Appennino settentrionale, fino a 500-600 m sul Piemonte meridionale, con apporti al suolo da deboli a moderati, localmente abbondanti al nord-ovest.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza variazioni di rilievo.
Venti: forti dai quadranti occidentali sulla Sardegna, Liguria di Levante, Toscana e Sicilia occidentale; tendenti a forti sui settori tirrenici centro-meridionali e sulle zone adriatiche.
Mari: molto mossi tutti i bacini occidentali, tendente ad agitato il Mar Ligure ed il Mare di Sardegna.

01032014_dopodomani_d0IL BOLLETTINO PER DOPODOMANI, SABATO 1 MARZO 2014:

Precipitazioni:
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su tutte le regioni del nord, su Sardegna, Toscana, Umbria, Lazio, settori appenninici di Abruzzo e Molise, Campania, Basilicata tirrenica, Calabria tirrenica e meridionale, Puglia salentina e Sicilia occidentale con quantitativi cumulati generalmente moderati, puntualmente elevati al nord e sulle regioni tirreniche centro-meridionale.
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto della Penisola con quantitativi cumulati generalmente deboli.
Nevicate:
– al di sopra dei 700-900 m sulle zone alpine e sull’Appennino settentrionale, fino a 300-500 m sul Piemonte meridionale e versante padano dell’entroterra ligure, con apporti al suolo da deboli a moderati, localmente abbondanti sulle alpi.
– al di sopra degli 800-1000 m sull ‘Appennino centrale e sulla Sardegna, con apporti al suolo da deboli a moderati.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza variazioni di rilievo.
Venti: da forti a burrasca occidentali su Sardegna e su tutte le regioni centro-meridionali; forti da nord sulla Liguria di Ponente.
Mari: agitati i bacini occidentali, molto mossi tutti i restanti mari.

Peppe Caridi