Scommettiamo che cinque arancini creativi (o arancine, a voi la scelta) così non li avete mai assaggiati? Cinque grandi chef, siciliani e non, hanno reinterpretato questo classico della cucina siciliana nel corso di "Chicchi, riso e uva di Sicilia", un appuntamento enogastronomico organizzato dalla Masseria Carminello di Valverde (Catania). I titolari del locale, Antonio Rosano e Giovanni Samperi, hanno dato la possibilità agli chef di dare libero sfogo alla propria creatività, con un risultato molto interessante.

Gli arancini sono una delle prelibatezze dello street food siciliano più amate e conosciute. Le varianti più classiche sono quelle al burro o alla carne, ma non mancano proposte sempre nuove, in grado di conquistare anche i palati più sopraffini. Sempre al centro dell’annosa diatriba tra chi li declina al maschile e chi, invece, al femminile, scatenano accesi dibattiti ma, diciamoci la verità, a contare davvero non è tanto il nome, quanto il gusto.

Cinque arancini creativi

Così, i cinque cuochi presenti a Valverde – cioè Tony Lo Coco, Palmiro Carlini, Bianca Celano, Rosanna Marziale e Giuseppe Raciti – hanno dato vita ad alcuni piatti davvero speciali. Vediamo insieme quali sono.

Tony Lo Coco, palermitano, ha scelto una Arancina ai frutti di mare, accompagnata da un vino biano: «Ho optato per questa arancina – ha detto – perché vivendo a pochi chilometri dal mare è naturale proporre quello che il mare ci offre».
Palmiro Carlini, marchigiano ha presentato un arancino un po' "osè", dedicato al mondo dell'eros. Il nome del suo piatto è "Mi piace quando mi tocchi – v.m. 18 anni" e per realizzarlo sono stati utilizzati ingredienti che danno forti sensazioni al palato.

Bianca Celano, catanese, ha invece proposto un "Arancino masculino": «Ho scelto per la mia creazione – ha spiegato – un nome ironico giocando su questa diatriba arancino/arancina». Rosanna Marziale ha presentato la “Palla di mozzarella ripiena di arancino” e Giuseppe Raciti, catanese, ha cucinato un ”Arancino ai profumi etnei”, scegliendo ingredienti tipici siciliani e prodotti di stagione, come i funghi.

Foto: Pagina Facebook Ristorante Masseria Carminello