È stato arrestato nel Modenese il 39enne Santo Querulo, condannato a 15 anni e 4 mesi di reclusione dalla Corte d'Appello di Catania per associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, aggravata dall’essere l’associazione stessa armata, costituita da più di dieci persone ed avere agevolato l'attività di sodalizi di tipo mafioso.

Il 39enne faceva l'operaio a Mirandola, dove viva da qualche anno. Insieme al fratello Domenico, che adesso è collaboratore di giustizia, era a capo di una vasta organizzazione internazionale che ha imperversato nel 2009 e nel 2010 nel commercio di cocaina sull'asse Spagna-Italia, oltre che nel traffico d'armi. Originario di Catania, risultava affiliato alla famiglia Bonaccorso-Carateddi, considerata braccio armato del clan mafioso Cappello.

FOTO: LA SICILIA