Arrestato per droga il 56enne (con precedenti penali per lo stesso motivo) Domenico Scarantino, fratello dell'ex pentito Vincenzo, condannato per la strage di via D'Amelio prima che Gaspare Spatuzza confessasse le proprie responsabilità. In manette anche Giacomo Di Maio, 34 anni. Entrambi sono stati rinchiusi nel carcere Pagliarelli.

L'accusa per i due uomini è produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente: gli agenti della squadra mobile di Palermo hanno scoperto a Giacalone, in provincia del capoluogo siciliano, una maxi-piantagione di marijuana con 230 piante. Se immessa sul mercato, la droga avrebbe fruttato circa 400 mila euro. Gli arbusti crescevano grazie a un impianto di illuminazione e ventilazione allacciato abusivamente alla corrente elettrica.

I due arrestati sono stati pedinati fin dentro un casolare; quando ne sono usciti, portavano con sé due grossi sacchi che stavano caricando in macchina, e a quel punto è scattato il blitz. Accortisi di essere accerchiati, Domenico Scarantino e Giacomo Di Maio non hanno neppure tentato la fuga.