Sei in cerca di lavoro? Ecco le ultime news sul mondo del lavoro che probabilmente potrebbero interessarti. Si tratta della figura di Professional Organizer, addetti alla riorganizzazione del tempo e della vita del cliente che si trova in difficoltà.

Il mestiere di professional organizer: 

Il professional organizer è quella persona che, nella quotidianità, fatta di stress, impegne e intoppi, coordina il tutto cercando, ove possibile, di risolvere le problematiche di tutti i giorni.

  • Cellulare scarico?
  • La macchina non parte?
  • Si è rotta la lavatrice?
  • Ti è scaduta l'assicurazione?
  • Il vostro bimbo mangia male?
  • Non riuscite a far completare i compiti ai vostri figli?
  • Non fate in tempo a fare la spesa?
  • Non siete riusciti a fare il cambio di stagione?
  • Non avete avuto mai un momento per richiedere quel preventivo per la cucina ormai a pezzi?

Tutte queste cose, oggi può farle il Professional Organizer: una persona che, in punta di piedi, entrerà nella vostra vita cercando di migliorarla il più possibile. 
 

Come si diventa Professional Organizer?

Non esiste un corso per diventare Professional Organizer anche se esistono svariati requisiti, come quello di aver raggiunto una certa maturità (non anagrafica ma umana). L'età consigliata per diventare professional organizer è quella di 35/40 anni. Si necessita ancora di ottime competenze in campo matematico ed informatico. 

Cosa fa nello specifico il Professional Organizer?

Il professional organizer fa molte cose ma inizia da questi presupposti: 

  1. Legge la vostra mail per capire gli impegni giornalieri o le notifiche per conto di terzi. 
  2. Aiuta la riorganizzazione degli spazi della casa (potrebbe anche decidere di cambiare logistica e ottimizzare la struttura dell'intero immobile, il tutto per far vivere meglio il cliente).
  3. Farà una attenta analisi della situazione economica del cliente, cercando di impostare uno stile di vita adeguato agli introiti della famiglia. 

Queste e tante altre mansioni che potreste decidere di approfondire dal 22 al 28 marzo durante la prima edizione della settimana italiana dell'organizzazione. L'evento è promosso dall' Associazione Professional Organizers Italia (OPAI)