E' stata lanciata oggi ad Expo e potrebbe fare la felicità di quelli che non riescono ad abituarsi ai regimi alimentari poco gustosi. Si tratta della Dieta del Grana Padano, pensata per contribuire a educare le persone alla gestione del proprio peso grazie ad un programma intuitivo, scientificamente attendibile e consultabile gratuitamente in rete

Chiunque voglia consultarla può visitare il sito www.educazionenutrizionale.granapadano.it: qui è a disposizione dei naviganti una dieta rivolta sia alle persone sovrappeso e obese di primo grado, sia a quelle normopeso, ma con obesità addominale, ad esclusione di minorenni, over 70 e persone che soffrono di particolari malattie.

Per accedere al programma bisogna compilare un questionario e, sulla base delle risposte date, si riceve una dieta ipocalorica che modula l'apporto di calorie su peso, altezza, età e sesso. All'utente vengono recapitati il primo dei 5 menu settimanali e un programma di attività fisica; in seguito, si entra nella fase di mantenimento. Tra le ricette proposte, farfalle al pesto con legumi, verdure miste ripiene di tacchino e torta di patate e rosmarino, il tutto, ovviametne, accompagnato Grana Padano Dop.