Intervento raro ed eccezionale al Policlinico Gemelli di Roma, dove è stato asportato un tumore al seno di 15 chili. La paziente è una donna di 60 anni, che è già stata dimessa e sta bene, come reso noto dai sanitari: ha atteso anni prima di ricorrere all'assistenza medica, per paura della malattia e anche per imbarazzo. Nonostante tutto, ha continuato la sua vita di sempre, in famiglia e al lavoro.

Si tratta di un caso quasi unico per le dimensioni cui era arrivata la neoplasia, cresciuta localmente in modo abnorme. L'intervento è durato circa tre ore e ha consentito la rimozione completa del tumore e la chiusura della ferita senza dover ricorrere a trasferimenti cutanei da altre parti del corpo. Il decorso post-operatorio è andato molto bene, la donna è stata dimessa e non avrà bisogno di interventi aggiuntivi di chirurgia plastica. 

L'operazione è stata complessa: il controllo della abnorme vascolarizzazione ha costituito una delle maggiori difficoltà, insieme al distacco della lesione dalle strutture muscolari della parete toracica. Fortunatamente non si sono verificate problematiche significative nell'asportazione. Adesso bisognerà aspettare i risultati dell'esame istologico per decidere gli ulteriori trattamenti utili per scongiurare una progressione di questa malattia avanzata. Solitamente questi tumori hanno una biologia non molto aggressiva e lo sviluppo di eventuali lesioni secondarie avviene in modo più lento.