Cinquantamila euro: sarebbe stato questo il prezzo del drammatico video, diffuso pochi giorni fa, con le immagini girate dentro il ristorante Casa Nostra nel corso degli attentati terroristici di Parigi. A raccontarlo, durante il programma Le Petit Journal di Canal, è Djaffer Ait Aoudia, giornalista che era presente al momento della trattativa tra alcuni rappresentanti del britannico Daily Mail (che poi ha pubblicato per primo il filmato dell'attacco) e il proprietario del ristorante. 

Nel video che trovate alla fine dell'articolo si vede il gestore del locale mentre mostra le tragiche immagini della videosorveglianza ai reporter del tabloid britannico, giunti a Parigi per coprire la cronaca dei fatti durante quei giorni. Secondo Djaffer, il negoziato per la vendita del video è durato ore e si è partiti da un'offerta di 12.000 euro per poi arrivare ai definitivi 50.000, lasciati in contanti sul tavolo. Il filmato di videosorveglianza, criptato da un codice di sicurezza della polizia, è stato 'sbloccato' grazie all'intervento di un hacker. Alla fine della trattativa i giornalisti del Daily Mail avrebbero anche chiesto di distruggere l'hard disk, per essere sicuri di avere l'esclusiva. 

Il Daily Mail ha replicato con un secco "No comment".

GUARDA IL VIDEO