"Sono una delle due ragazze vive per miracolo, che si è salvata perché il mitra di Salah si è inceppato": a parlare è Barbara Serpentini, sopravvissuta alla sparatoria avvenuta nel ristorante Casa Nostra nella tragica notte degli attentati di Parigi

La ragazza appare in un video diffuso nei giorni scorsi dal Daily Mail, che mostra ciò che è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza. Le immagini mostrano una giovane che si precipita sotto i tavolini mentre uno dei terroristi, probabilmente Salah Abdeslam, apre il fuoco sulla folla con un AK-47, prima di fuggire. Il mitra, fortunatamente, si inceppa proprio mentre viene puntato in direzione di Barbara. 

La ragazza, che ha 18 anni e studia Scienze Politiche, si trovava nel locale insieme all'amica Sophia Bejali e ancora non riesce a credere di poter raccontare quanto accaduto. Al termine del filmato, le due amiche si alzano incredule e stordite, prendono le borse e scappano via. 

Ecco cosa ha detto Barbara al Daily Mail:

Ho aperto gli occhi e ho visto i suoi piedi. Aveva le scarpe da ginnastica nere, è stato davanti a me per un tempo che mi è sembrato un'eternità. Non volevo che i nostri occhi si incrociassero e mi sono messa nuovamente le mani sul volto. Le scarpe erano a 20 centimetri da me. So che sembra assurdo, ma ancora non riesco a identificarmi nella donna del video. E' come se mi vedessi dall'esterno: non riesco a credere di essere io.