Utile segnalazione da paete dell'Associazione dei consumatori "Codici – Centro per i diritti del cittadino – Sicilia", che riguarda il preoccupante aumento nell'Isola di alcune pratiche commerciali scorrette nel mercato dell'energia elettrica:

Stiamo registrando – spiega l'associazione – un'impennata di contratti di Energia Elettrica non richiesti e soprattutto mai firmati dai diretti interessati. Tantissimi utenti si stanno giornalmente rivolgendo ai nostri sportelli vedendosi recapitare bollette da venditori con i quali non hanno sottoscritto nessun contratto.

Nei casi più frequenti, operatori o operatrici si presentano porta a porta e riescono a far firmare un contratto con un altro fornitore, ma accade anche che, via telefono, all'utente vengano richiesti codice fiscale e dati personali. Una volta ottenuti i dati, la comunicazione viene bruscamente interrotta. Numerosi sono anche gli episodi che riguardano utenti che si sono visti recapitare una missiva semplice, contenente riferimenti a contratti mai sottoscritti: la firma, dopo approfondimenti, è risultata essere falsa

Cosa bisogna fare in questi casi?

Sul punto – spiega l'associazione – si ricorda che la nuova normativa prevede che per i contratti a distanza o stipulati fuori dagli uffici del venditore, al cliente deve essere inviata una lettera di conferma e, soprattutto, che le bollette derivanti da contratti irregolari  non sono dovute dal cliente, ad eccezione della sola quota di commercializzazione.

L'associazione ha anche ricordato quanto segue:

La nostra associazione invierà una segnalazione all’Antitrust e all’Autorità per l’Energia e il Gas segnalando tali pratiche commerciali scorrette poste in essere in danno dei consumatori. Per i cittadini che hanno riscontrato problematiche di questo tipo o che vogliano segnalare casi di pratiche commerciali scorrette possono telefonare al numero 320.2281052 oppure inviare una mail a: segreteria.sicilia@codici.org.