Finanziamenti per start-up e ristrutturazioni edilizie, monetizzazione dei crediti fiscali, incontri specialistici e conti correnti dedicati alle imprese

 

 

TRAPANI, 18 GIUGNO. Banca Don Rizzo della Sicilia Occidentale tende una mano a micro, piccole e medie imprese associate a Sicindustria. E’ stato firmato da Nicola Colabella, vice presidente di Banca Don Rizzo e daGregory Bongiorno, vice presidente di Sicindustria con delega per il credito, un accordo di collaborazione che consentirà alle imprese associate di usufruire di una serie di servizi specialistici utili al loro sviluppo e sostegno. In particolare, l'istituto di credito metterà a disposizione di micro, piccole e medie imprese, servizi specialistici, prodotti e linee di credito a breve, medio o lungo termine anche di natura agevolata o garantita. “In un momento di grande riordino del sistema bancario – ha detto Nicola Colabella, vice presidente di Banca Don Rizzo – il nostro istituto bancario conferma la sua vocazione cooperativistica ponendosi come una banca a servizio del territorio. Questa iniziativa vuole porsi come una mano tesa alle aziende, un modo di venire incontro alle loro esigenze e favorire il loro accesso al credito. Le nostre porte sono sempre aperte per le imprese che trovano, in un istituto bancario dalla lunga tradizione, un punto di riferimento per una consulenza, un supporto e un sostegno".

Il protocollo mette a disposizione delle imprese associate, oltre ad una serie di conti correnti dedicati, anche una gamma di prodotti che consentono di rispondere alle loro esigenze creditizie. Tra questi, ad esempio, il mutuo start-up che si rivolge a giovani imprenditori (fino a 40 anni di età) e mira a supportare l’idea imprenditoriale nella copertura degli investimenti materiali e immateriali e/o per la prima dotazione di capitale circolante ed esigenze di liquidità, finanziamenti per riqualificazione del patrimonio edilizio e la monetizzazione dell’incentivo fiscale, ma anche servizi e prodotti per leimprese che operano con l’estero: dal dopo incasso ai finanziamenti import ed anticipi export, dai crediti documentari al rilascio delle fideiussioni estere, nonché la possibilità di richiedere la garanzia SACE. E ancora la nuova Sabatini, una misura che sostiene le imprese che richiedono finanziamenti in nuovi beni strumentali, macchinari, impianti, attrezzature di fabbrica a uso produttivo e tecnologie digitali. La Banca, tramite partner qualificati, offre soluzioni per una rapidamonetizzazione dei crediti fiscali vantati dalle pmi e inoltre si rende disponibile ad organizzare incontri specialistici in occasione dei quali mette a disposizione degli imprenditori i propri esperti.

“Il problema dell’accesso al credito è molto sentito dalle nostre imprese e riuscire a trovare una banca che abbia una relazione diretta con il territorio è una conquista – ha dichiarato Gregory Bongiorno, vice presidente di Sicindustria-.L’aspetto più importante dell’accordo sottoscritto è, infatti, l’apertura di un canale preferenziale per le aziende associate per far sì che il muro banca/impresa, creato ormai dai grossi gruppi bancari internazionali, venga abbattuto attraverso le relazioni personali. È difficile spiegare cosa fa un imprenditore e scommettere sulla sua attività di impresa se non la si conosce da vicino e questo aspetto può essere curato solo da una banca che vive il territorio sia dal punto di vista del personale che della governance”.

La Banca Don Rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale oggi conta oltre 4 mila soci, 50 mila clienti, 112 dipendenti e 22 filiali ed opera in oltre 40 comuni distribuiti nelle province di Palermo, Trapani ed Agrigento. La firma del protocollo di collaborazione si è svolta presso la sede di Sicindustria Trapani.

 

 

 

Angela Abbate 
Ufficio Stampa
 
>Feedback Adv

 

via Libertà, 103 
90143 Palermo (Italy)
tel. +39 091 6263080
www.feedback.it