La sua piccola da quell’anestesia non si è più svegliata. A portarsela via non è stata l’anemia falciforme, l’ “uomo nero” contro cui stava combattendo, ma “eventi avversi” in seguito alla preparazione per quel trapianto di midollo con il fratellino che forse, chissa’, avrebbe potuto salvarla.

[Continua la lettura dell’articolo]