Una bimba palermitana di poco più di un anno affetta da una gravissima malattia genetica, l'epidermiosi bollosa, verrà curata in Minnesota, negli Stati Uniti, a spese dell'Azienda Sanitaria Provinciale. Il tribunale di Palermo ha condannato l'Asp a farsi interamente delle cure mediche sperimentali, per un totale di 1 milione 42.539 euro.

I genitori della bimba palermitana con malattia rara avevano fatto ricorso contro la decisione della Commissione sanitaria che aveva detto "no" alla cura, ed adesso è arrivata la decisione del giudice. Secondo quanto stabilito dalla Corte, "Incostituzionale qualsiasi norma che stabilisse tetti percentuali per rimborsi o anticipazioni a carico dello Stato o del servizio sanitario pubblico".

L'ordinanza d'urgenza, emessa dal giudice Enrico Catanzaro, è senza precedenti, non soltanto per l'importo, ma anche perché riconosce il diritto dei pazienti di affrontare terapie sperimentali, non praticabili in Italia, anche con l'uso delle cellule staminali.